Azione 3.3.2 Supporto allo sviluppo di prodotti e servizi complementari alla valorizzazione di identificati attrattori culturali e naturali

Sviluppo di prodotti e servizi complementari alla valorizzazione di identificati attrattori culturali e naturali

Soggetti finanziabili    - Micro, piccole e medie imprese, costituite da più di 3 anni ed attive;
- Le Reti di imprese – Rete Soggetto/Contratto - costituite da almeno 3 imprese (ciascuna impresa può partecipare solo a una Rete richiedente l'agevolazione, pena l'inammissibilità delle domande nelle quali sia presente la stessa impresa). 
- I consorzi;
esercitanti attività prevalente in uno dei codici ATECO, indicati nell’ allegato in pedice.

In caso di Consorzio o Rete soggetto, oltre al codice ATECO di questi ultimi, dovrà essere posseduto il predetto codice ATECO anche dalle singole imprese aderenti al Consorzio/Rete. In caso di Rete-contratto, tutte le imprese aderenti agli stessi devono possedere uno dei codici ATECO ammissibili.

L'aggregazione può comprendere anche soggetti non esercitanti un'attività, identificata come prevalente, rientrante in uno dei codici ATECO indicati a condizione che: 

I. l’aggregazione stessa sia composta da almeno 3 imprese esercitanti un'attività, identificata come prevalente, rientrante in uno dei predetti codici ATECO predetti;

II. la maggioranza assoluta di tutte le imprese sia in possesso e rispetti tutti gli altri requisiti e le condizioni previste dal presente Avviso; 

III. I soggetti, non in possesso del codice ATECO previsto, non beneficino in alcun modo dell'aiuto e le spese da loro sostenute non siano in alcun modo ritenute ammissibili; 

IV. Tali soggetti non ricoprano il ruolo "capofila" dell'aggregazione.

Investimenti ammissibili Finanziamento di progetti d’ investimento mirati ad offrire prodotti e servizi complementari alla valorizzazione degli attrattori culturali e naturali rientranti nella World Heritage List dell’Unesco, nel sito seriale “Palermo Arabo-Normanna e Cattedrali di Cefalù e Monreale” e nella lista degli attrattori del patrimonio regionale di riconosciuta rilevanza strategica. In particolare saranno sostenuti investimenti che determinano: 
I. un incremento della qualità o lo sviluppo della gamma di prodotti e servizi; 
II. una migliore commercializzazione e distribuzione dei prodotti e servizi offerti anche mediante il ricorso alle ICT;
III. la promozione di un uso efficiente delle risorse e di modelli di business circolari.

L’azione sosterrà le imprese che operano nei settori artistico, creativo e culturale, turistico e ricreativo, dei prodotti artigianali tradizionali e tipici dei territori, dei servizi di alloggio e ristorazione, dei servizi e attività per favorire l’accessibilità degli attrattori, dei servizi di informazione e comunicazione.

Saranno finanziati esclusivamente i progetti da svolgersi nelle aree identificate dalle ”Linee strategiche e di indirizzo politico per la programmazione dello sviluppo della Sicilia”, riportate nell’ allegato in pedice.

Il costo totale ammissibile del progetto presentato a valere sul presente Avviso non può essere superiore € 500.000,00

Spese ammissibili    A. spese per investimenti in attivi materiali quali:
- impianti generali e relativi allacciamenti alle reti esterne;
-  acquisto di macchinari, attrezzature, arredi e mezzi mobili. Questi ultimi sono ammissibili purché strettamente necessari e collegati al progetto da realizzare

B. spese per investimenti in attivi immateriali : diritti di brevetto, licenze, know- how o altre forme di proprietà intellettuale.

C. spese per consulenze: consulenze esterne specialistiche prestate da Università e Centri di Ricerca pubblici o da imprese dotate di documentate competenze in materia (tali servizi non sono continuativi o periodici ed esulano dai costi di esercizio ordinari dell’impresa connessi ad attività regolari quali la consulenza fiscale, la consulenza legale e la pubblicità).

 Agevolazioni concesse        Contributo in conto capitale/impianti.

Gli aiuti di cui relativi alle spese di cui alle lettere A) e B) sono concessi nella misura pari al 45% della spesa ritenuta ammissibile in caso di micro/piccola impresa e al 35% in caso di media impresa.

L’aiuto relativo relativamente alle spese per servizi di consulenza di cui alla lettera C) è concesso nella misura pari al 50% della spesa ammissibile e per un importo non superiore a 15.000,00 euro.

 Presentazione domande         Procedura valutativa a sportello. Presentazione domande dal 18/04/2018 al 18/05/2018
 Dotazione finanziaria€ 33.201.341,36.



ĉ
Nino Calabrò,
9 mar 2018, 10:15
Comments