Home‎ > ‎

Contratti di Programma Settoriali

AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DELLE AGEVOLAZIONI DI CUI AI CONTRATTI DI PROGRAMMA SETTORIALI AI SENSI DELL'ART..6 DELLA LEGGE REGIONALE 16 DICEMBRE 2008 N.23 E S.M.I. 

Soggetti ammissibili

Imprese di qualsiasi dimensione, con  sede legale o unità locale in Sicilia . I contratti possono essere promossi pure da consorzi, 

società consortili,  imprese  appartenenti a distretti produttivi, associazioni e reti di imprese, ragguppamenti,  anche temporanei, 

finalizzate alla  costituzione di filiere di attività produttive.

Piano di interventi ammissibile

Il contratto di programma settoriale è un piano complesso di interventi localizzati sul territorio regionale per programmi di investimento che riguardano:

·         Nuovi impianti;

·         Ampliamenti/Ammodernamenti;

·         Ristrutturazione/Riconversione;

·         Riattivazione/Trasferimenti di strutture esistenti.

L' importo complessivo delle spese ammissibili previste dal progetto non può essere inferiore a € 15.000.000,ad eccezione di quello relativo alle opere infrastrutturali e nel rispetto delle seguenti ulteriori condizioni: 

  • Il programma di investimento portato avanti dall’impresa proponente non può essere inferiore a € 8.000.000.
  • Le altre imprese del raggruppamento dovranno affrontare investimenti minimi de € 1.500.000
  • nel caso di progetti di impresa realizzati da società che si trovino in specifiche condizioni connesse alla salvaguardia di particolari situazioni occupazionali l’investimento minimo del progetto può essere ridotto a € 7.500.000.
Ciascun programma deve essere realizzato nell'ambito di unità produttiva ubicate nel territorio della regione Sicilia

Settori di intervento

Programma di sviluppo industriale: un’iniziativa imprenditoriale finalizzata alla produzione di beni, per la cui realizzazione sono necessari uno o più progetti d’investimento, ed, eventualmente, progetti di sviluppo sperimentale funzionali alla produzione dei prodotti finali.

Programma di sviluppo turistico: un'iniziativa imprenditoriale per lo sviluppo di una nuova offerta turistica che incrementi la diversificazione e la destagionalizzazione dei flussi attraverso interventi di valorizzazione dell' attrattività di luoghi ed elementi d'eccellenza, in termini di interesse letterario, storico-testimoniale e/o ambientale, già presenti nel territorio siciliano, e dei servizi a supporto della corretta fruizione del prodotto turistico per la tutela dell'identità culturale e ambientale con forme di turismo sostenibile e per la cui realizzazione sono necessari uno o piú progetti di investimenti.

Spese ammissibili

1. Acquisto e/o costruzione di immobilizzazioni:

  • suolo aziendale e sistemazioni: Max 10% dell' investimento ammissibile
  • opere murarie e assimilate: per i programmi di sviluppo industriale le spese per opere murarie sono ammissibili nel limite del 40% dell’investimento ; per i programmi di sviluppo turistico e commerciale tale limite è elevato al 70%; ai fini dell’ammissibilità̀ della spesa per uffici, viene considerata congrua la spesa relativa ad una superficie massima di 25 mq per addetto
  • infrastrutture specifiche aziendali
  • macchinari, impianti ed attrezzature varie, compresi quelli necessari all’attività amministrativa dell’impresa ed i mezzi mobili strettamente necessari al ciclo di produzione o per il trasporto in conservazione condizionata dei prodotti
  • programmi informatici, brevetti, licenze, know-how  e conoscenze tecniche non brevettate concernenti nuove tecnologie di prodotti e processi produttivi per la parte in cui sono utilizzati per l’attività svolta nell’unita produttiva interessata dal progetto;  per le grandi imprese tali spese sono ammesse nei limiti del 50% dell’investimento 
  • per le sole PMI sono ammissibili anche le spese relative a consulenze connesse al progetto d’investimento nella misura massima del 3% dell’importo complessivo ammissibile per ciascun progetto d’investimento.

Agevolazioni concedibili

  • contributo in conto impianti
  • contributo in conto interessi ( modalità di determinazione nell' allegato presente a piè di pagina)
Piccole imprese:

Contributo in conto impianti: Max 50%
Finanziamento da agevolare con il contributo  in conto interessi: Max 75%

Medie imprese:

Contributo in conto impianti: Max 40%
Finanziamento da agevolare con il contributo  in conto interessi: Max 75%

Grandi  imprese:

Contributo in conto impianti: Max 30%
Finanziamento da agevolare con il contributo  in conto interessi: Max 75%

La componente dell’aiuto sul finanziamento non può comunque superare il 50% o il 40% dell’investimento ammissibile, rispettivamente, per le piccole o per le medie 
imprese e del 30% per le grandi imprese

In caso di combinazione di contributo in conto impianti e finanziamento con il contributo in 
conto interessi, ciascuno di essi non potrà essere richiesto in misura inferiore ad 1/5 della 
corrispondente misura massima prevista per dimensione di impresa.

Deve essere comunque garantito un cofinanziamento privato almeno pari al 25%

Dotazione finanziaria

€ 80.000.000, ripartiti nella seguente modalità:

- € 60.000.000 per programmi di sviluppo industriale

- € 20.000.000 per programmi di sviluppo turistico

 Modalità di accesso             Presentazione dal 07/09/2013 al 06/11/2013 


Per maggiori informazioni :

Telefono: 090 9796275
Fax: 090 9704863

Ċ
Nino Calabrò,
05 set 2013, 09:00
Comments